soltanto in lingua tedesca e francese

 

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

23 anni da Chernobyl: Kiew-Tschernobyl-Prypiat-Slawutitsch-Kiew

24.04.2009

 

In ricordo dei 23 anni da Chernobyl, giovedì 23 aprile 2009, presso la Galleria7 a Maggia, Mauro Escher ha inaugurato il vernissage della mostra fotografica Kiew-Tschernobyl-Prypiat-Slawutitsch-Kiew con la proiezione di una pellicola. I visitatori del vernissage sono rimasti colpiti dal confronto sulla base delle immagini di Escher con la catastrofe del reattore e i suoi effetti sulle persone e sulla loro vita. La mostra presso la Galleria7 a Maggia durerà fino al 30 maggio 2009, con orario di apertura dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.galleria7.ch, oppure chiamate il numero telefonico 091 753 28 27.

 

23 anni da Chernobyl: Kiew-Tschernobyl-Prypiat-Slawutitsch-Kiew (Word .rtf)

 

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Torna sù

Rapporti ambientali

 

I rapporti sugli inquinanti ambientali stilati annualmente dal 2007 da Green Cross Svizzera e dal Blacksmith Institute statunitense hanno contribuito fortemente a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle ripercussioni che le sostanze nocive e le loro fonti di contaminazione ambientale hanno sulla salute.

 

Il rapporto sugli inquinanti ambientali 2012 descrive note sostanze inquinanti e ne segnala le applicazioni industriali e le ripercussioni più frequenti sulla salute. Il rapporto identifica inoltre le dieci principali fonti di contaminazione ambientale e quantifica per la prima volta su scala mondiale l'entità dei danni alla salute causati da sostanze tossiche, dimostrando che le ripercussioni sulla salute causate da veleni industriali sono equiparabili a quelle provocate dalle tre malattie infettive mondiali Aids, tubercolosi e malaria.

 

Il rapporto sugli inquinanti ambientali 2011 si basa sul numero stimato di persone colpite da fonti di sostanze nocive e sul numero di luoghi identificati su scala mondiale nei quali sono presenti sostanze inquinanti in concentrazioni dannose per la salute. I rapporti del 2008 e del 2010 erano dedicati alle dieci più pericolose fonti di contaminazione ambientale e ai più gravi problemi di inquinamento. Il rapporto ambientale pubblicato nel 2009 presentava studi specifici su progetti di risanamento riusciti.

Conto per le offerte a Green Cross Svizzera: PC 80-576-7 IBAN CH02 0900 0000 8000 0576 7