Effetti degli incendi boschivi nella regione di Chernobyl

Nell’estate 2010, in molte regioni della Russia si sono scatenati dei furiosi incendi boschivi, anche in aree rimaste fortemente contaminate in seguito alla catastrofe di Chernobyl del 1986. In queste aree Green Cross Svizzera, con il suo programma di medicina sociale, sta aiutando già da molti anni la popolazione colpita nell’organizzazione della propria autotutela. Dato che le raffiche di vento e le ceneri prodotte dalla combustione di boschi contaminati potrebbero facilmente causare la propagazione di radionuclidi su vaste aree, in collaborazione con il prof. dr. Vladimir M. Kusnetsow si sta conducendo uno studio approfondito circa gli effetti degli incendi boschivi nelle aree di Chernobyl contaminate da radioattività.

 

Informazioni dettagliate sull’indagine in corso sono scaricabili qui.

 

Link allo studio in PDF:

Fire Hazard Assessment for the Forests Located in the Radiation-Contaminated Areas of Bryansk Region of the Russian Federation, Moscow-Bryansk 2011 (536 KB)

Rapporti ambientali

 

I rapporti sugli inquinanti ambientali stilati annualmente dal 2007 da Green Cross Svizzera e dal Blacksmith Institute statunitense hanno contribuito fortemente a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle ripercussioni che le sostanze nocive e le loro fonti di contaminazione ambientale hanno sulla salute.

 

Il rapporto sugli inquinanti ambientali 2012 descrive note sostanze inquinanti e ne segnala le applicazioni industriali e le ripercussioni più frequenti sulla salute. Il rapporto identifica inoltre le dieci principali fonti di contaminazione ambientale e quantifica per la prima volta su scala mondiale l'entità dei danni alla salute causati da sostanze tossiche, dimostrando che le ripercussioni sulla salute causate da veleni industriali sono equiparabili a quelle provocate dalle tre malattie infettive mondiali Aids, tubercolosi e malaria.

 

Il rapporto sugli inquinanti ambientali 2011 si basa sul numero stimato di persone colpite da fonti di sostanze nocive e sul numero di luoghi identificati su scala mondiale nei quali sono presenti sostanze inquinanti in concentrazioni dannose per la salute. I rapporti del 2008 e del 2010 erano dedicati alle dieci più pericolose fonti di contaminazione ambientale e ai più gravi problemi di inquinamento. Il rapporto ambientale pubblicato nel 2009 presentava studi specifici su progetti di risanamento riusciti.

Conto per le offerte a Green Cross Svizzera: PC 80-576-7 IBAN CH02 0900 0000 8000 0576 7